La Camera ha approvato in via definitiva il ddl recante “Modifiche al codice penale, al codice di procedura penale e all’ordinamento penitenziario”, che riforma l’ordinamento penale e penitenziario sia dal punto di vista sostanziale che processuale.

La legge introduce rilevanti novità: il superamento della legge “ex Cirielli” sulla prescrizione, l’inasprimento delle pene per reati di allarme sociale (tra cui il voto di scambio politico-mafioso), tempi certi per l’esercizio dell’azione penale e interventi sull’udienza preliminare e sui riti alternativi.
E’ infine prevista una delega al Governo volta a rivedere la disciplina delle intercettazioni con una stretta.

Si tratta di una legge molto importante e attesa, frutto di un lungo e positivo dibattito parlamentare, che garantisce equilibrio nelle procedure e pene severe per i reati più odiosi.

Qui trovate l’iter di approvazione.

Qui trovate un interessante dossier che ne spiega i principali contenuti.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>