La Camera ha approvato in via definitiva e ad ampia maggioranza la proposta di legge del PD recante “Disposizioni in materia di misure di protezione dei minori stranieri non accompagnati”.

Il provvedimento introduce una disciplina unitaria organica relativa ai minori stranieri non accompagnati, rafforzando gli strumenti di tutela garantiti dall’ordinamento e assicurando maggiore omogeneità nell’applicazione delle disposizioni in tutto il territorio nazionale.

Secondo i dati del Ministero dell’Interno, si tratta di un fenomeno dalle dimensioni drammatiche. Sono infatti 25.846 i minori stranieri non accompagnati sbarcati sulle nostre coste nel 2016, mentre 15.205 sono quelli presenti in Italia al 31 gennaio 2017 e 5.373 quelli che risultano irreperibili.

Il provvedimento – il primo di questo genere in Europa – rappresenta un passo avanti significativo, grazie al quale si garantisce una migliore tutela dei diritti dei minori e un più forte rispetto della loro dignità.
Esso, infatti, attribuisce ai minori in quanto tali, a prescindere dall’intenzione di richiedere la protezione internazionale, diritti fondamentali in materia di protezione, a parità di trattamento con i minori cittadini italiani o dell’Unione Europea.

È riconosciuto l’interesse superiore del minore, è introdotto il principio generale del divieto di respingimento alla frontiera, sono rafforzati il diritto alla salute, all’istruzione e all’ascolto durante i procedimenti, è garantita l’accoglienza in strutture dedicate, è ampliata la rete dello SPRAR che sarà estesa anche ai minori non accompagnati e sono disposte procedure di identificazione uniformi su tutto il territorio nazionale.

Si tratta quindi di un provvedimento molto significativo ed importante non solo dal punto di vista giuridico e politico, ma anche da quello umano e valoriale. È sancita la centralità del minore, la salvaguardia dei suoi diritti e la tutela della sua dignità. Un atto di civiltà che si iscrive nella tradizione culturale europea di rispetto e valorizzazione dei diritti delle persone e di solidarietà. Una legge che auspichiamo possa essere approvata anche in altri Paesi.

Qui trovate un interessante dossier che ne spiega i principali contenuti.

Qui trovate una selezione di articoli pubblicati giovedì sui principali quotidiani nazionali.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>