La Camera ha approvato in via definitiva il decreto sulla Proroga dei termini.

Tra le principali novità, il provvedimento ha introdotto la proroga dell’indennità di disoccupazione per i lavoratori con rapporto di collaborazione coordinata, ha autorizzato l’amministrazione penitenziaria ad assumere nuovo personale e ha favorito le assunzioni all’Istituto superiore di sanità, la stabilizzazione del personale precario dell’AGCM e le proroghe dei contratti a tempo determinato delle province e dei contratti da ricercatore delle università.

Esso favorisce inoltre l’efficienza energetica, prorogando la detraibilità ai fini IRPEF del 50% dell’IVA per l’acquisto di case di classe energetica A e B e dispone misure a sostegno della cultura, dello spettacolo e di semplificazione a favore dei contribuenti relativamente alle comunicazioni fiscali.

Per quanto riguarda le problematiche relative ad alcuni comparti (taxi ed ambulanti), Governo e maggioranza parlamentare hanno deciso di non sospendere il provvedimento, ma di promuovere l’interlocuzione con le parti sociali e di adottare nel prossimo periodo nuove norme complessive di riordino dei settori.

L’impostazione adottata nel provvedimento è stata quella di prevedere politiche di crescita e investimento quale requisito e condizione anche per la tenuta dei conti pubblici.

Qui trovate l’iter di approvazione del provvedimento.

Qui trovate un interessante dossier che ne delinea i principali contenuti.

Commenta questo articolo

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>